venerdì 28 novembre 2014

Non fermiamoci (anc)ora!

Quanto è importante, nel corso della stagione, vincere un derby? Quantificare i punti che l'entusiasmo ti porta a fare è impossibile, ma l'Acqua&Sapone di domenica ha dimostrato, ancora una volta, di potersela giocare con tutte le squadre di questo campionato.

L'atteggiamento, a mio modo di vedere, è stato simile a quello di Cupello, quando la squadra di mister Naccarella si impose per 0-1 sul San Salvo, all'epoca primo in classifica. Nel derby ci sono state numerose note liete: Pompei sempre più certezza nei momenti decisivi, difesa attenta e concentrata, centrocampo di qualità e quantità che ha saputo sopperire all'assenza di Di Lisio e bomber Del Gallo sempre presente.

L’episodio decisivo, diamo a Cesare quel che è di Cesare, è stato forse per la prima volta in stagione a favore nostro: il calcio d’angolo dal quale è scaturito il gol di Del Gallo sembra non starci. Nella spietata logica della società, diceva Lawson Russel nel film “Analisi di un delitto”, << i più forti inevitabilmente calpestano i più deboli, ma di tanto in tanto si apre uno spiraglio alla giustizia, non aspettiamoci niente di più >>. 


La testa, inevitabilmente, è rivolta alla prossima partita sul campo di San Nicolò contro la Torrese, un avversario in crisi di risultati ed ancora più motivato a far bene. L’atteggiamento e lo spirito di domenica dovranno essere ripresi in toto per poter ottenere un prestazione soddisfacente. Dalla nostra, infatti, c’è la voglia di dare continuità al risultato, di spingerci ancora più in alto, dove nessuno ci avrebbe mai collocato ad inizio stagione. In fondo, i sogni non svaniscono finché le persone non li abbandonano.

Antonio Di Berardino
Share: