venerdì 16 gennaio 2015

Chi lotta può perdere, chi non lotta ha già perso!

Un punto dolce, un bicchiere mezzo pieno. La trasferta di Vasto ha dato prova della solida mentalità della squadra di Naccarella. Sotto di due gol dopo pochi minuti, l’Acqua&Sapone ha saputo rialzarsi usando la testa. Non solo in senso calcistico, dato che le reti di Di Donato e Marrone arrivano con due belle inzuccate sottomisura, ma soprattutto sotto il profilo psicologico, poiché i verdeoro non si sono mai dati per vinti e nel finale di gara hanno addirittura tentato di portare a casa il massimo risultato. L’emergenza ha tenuto unito il gruppo e, per la seconda volta in questo campionato, la squadra di Naccarella ha raggiunto i 4 punti in 2 partite. L’ultima volta, dopo il pareggio con il Miglianico e la vittoria col Sulmona, l’Acqua&Sapone perse per 3-0 a Pineto; ora c’è voglia di fare una grande prestazione contro un avversario altrettanto qualificato: il Francavilla.

I chietini sono secondi in classifica, arrivano da quattro risultati utili consecutivi ed in trasferta hanno già battuto la capolista Paterno e l’Avezzano. Un impegno proibitivo sulla carta. E’ ovvio che ci sarà da cambiare qualcosa: i due gol presi in 12’ dalla Vastese suonano da campanello d’allarme e domenica non si potranno ripetere gli stessi errori.

Non provarci sarebbe da deboli. Occorrerà un atteggiamento sbarazzino, concentrazione massima sulla fase di non possesso e, soprattutto, tanto cuore.

Se pensi che una cosa sia impossibile, lo diventerà. Il pessimismo spunta le armi di cui hai bisogno per vincere (Bruce Lee).

Antonio Di Berardino
Share: