venerdì 9 gennaio 2015

Presto o tardi, coloro che vincono sono coloro che credono di poterlo fare


La befana ha portato 3 punti nella calza. L’Acqua&Sapone Montesilvano martedì non ha fallito la sfida salvezza ed ha ulteriormente compromesso il cammino dell’Alba Adriatica.

A dire il vero, il primo tempo è stato giocato meglio dai teramani, che non hanno saputo concretizzare le palle gol avute. La ripresa, condizionata dall’espulsione ospite dopo pochi minuti, ha sbloccato psicologicamente i ragazzi di mister Naccarella ed il risultato finale è una piacevole logica conseguenza.

La classifica è comunque deficitaria e la prossima partita contro la Vastese rappresenta un ostacolo difficile da superare. In primis perché gli infortuni non lasciano scampo a questa squadra: Sparvoli, Bassano, Erasmi, Musto e Planamente hanno problemi fisici che non danno tregua, ma i giocatori sperano di superarli il prima possibile. Il terreno rappresenta un’altra grossa insidia: il campo in erba naturale ha già creato grattacapi nella sfida contro il Vasto Marina ed è proprio questo precedente che deve far comprendere la complessità del match.

Le note positive ci sono, eccome se ci sono: la compattezza di squadra e la voglia di uscire insieme da questa situazione. L’ottimo momento di forma di Del Gallo, che da solo riesce a sostenere l’attacco verdeoro. L’innesto dei fuori quota, che partita dopo partita sta diventando un fattore determinante.
Il match con la Vastese è uno snodo importante per capire dove può davvero arrivare l’Acqua&Sapone. Le sensazioni sono positive, ardore e tenacia sono protagoniste ad ogni allenamento. Infondo “dove c’è una grande volontà, non possono esserci grandi difficoltà” (Machiavelli).

Antonio Di Berardino
Share: