giovedì 19 febbraio 2015

Domenica arriva il San Salv..ezza

No, il punto interrogativo non va messo. Magari, per un secondo, s’incrociano le dita ma il titolo di questo editoriale é una logica conseguenza di quello che sta succedendo in queste ultime settimane. La zona salvezza é vicina, una sola lunghezza per la precisione. Le buone notizie sono numerose e finalmente si inizia a raccogliere ciò che si è seminato.

Domenica a Capistrello, lo sapete, la vittoria per 2-0 ha allungato la striscia di risultati utili consecutivi a tre, due partite senza prendere gol ed una compattezza di squadra unica. Due ore di attesa in autostrada per un guasto all'autobus: si parla, si ride, si scherza, semplicemente perché è il momento giusto per farlo. Esperienze che servono a fortificare l'armonia di un gruppo fantastico. Poi si riparte e si arriva al ristorante programmato. Netto ritardo, ovvio, e allora il mister decide di parlare alla squadra direttamente dal locale aquilano: tutto un altro momento. Mentre viene descritta la disposizione in campo do un'occhiata ai giocatori, concentrati e silenziosi, quasi non sembrano gli stessi che scherzavano in autostrada. Fino al campo non vola una mosca, poi la partita, la vittoria contro un avversario motivato ma fragile psicologicamente.

E allora si pensa con ottimismo alla sfida di domenica contro il San Salvo, quarto in Eccellenza. La classifica parrebbe indicare un incontro col favore dei pronostici per gli avversari, noi la pensiamo diversamente. Basti pensare all'andata: loro primi, noi tra gli ultimi, 0-1 sul campo neutro di Cupello. Proprio lì scattò qualcosa nella testa dei giocatori, una consapevolezza di essere qualcosa di importante, una coesione che va man mano fortificandosi.

"Ricordiamoci quello che abbiamo scritto davanti la maglia e non il nostro cognome dietro". Giuseppe Naccarella, comandante della nave Acqua&Sapone, pronuncia questa frase al termine dell'ultimo discorso aquilano. Lui conosce la rotta, vede terra e ricorda la prossima fermata: salvezza.

Antonio Di Berardino
Share: