venerdì 13 febbraio 2015

Punto e a Capistrello

“Lo avete visto, siamo vivi, vivissimi”. Un orgoglioso mister Naccarella affronta le interviste nel post partita di domenica scorsa. Sì, siamo vivi. Non solo per il risultato contro il Pineto, squadra attrezzata sulla carta per un campionato di vertice. Ma la storia della partita contro i biancazzurri recita un primo tempo dominato dai verdeoro, che per ben tre volte colpiscono il legno: Sparvoli, con un destro deviato provvidenzialmente dal portiere avversario, Planamente, colpo di testa su preciso inserimento e Del Gallo, anche lui con una inzuccata a colpo sicuro che impatta il montante a tempo scaduto.

“Si può fare una cosa a prova di bomba, ma non a prova di iella.”


Vero. Ma la sfortuna ancora per quanto potrà condizionare i risultati di questo gruppo? Domenica si va a Capistrello, squadra in crisi di risultati. Affrontare il match deconcentrati o già sicuri del successo sarebbe un errore di dimensioni apocalittiche. Questa è una partita fondamentale per il futuro della società. Portare a casa i tre punti significherebbe infatti avvicinarsi sempre più alla zona tranquillità. Non vincere rispedirebbe Di Biase e compagni con i piedi per terra, sempre più ancorati ai punti di margine su Sulmona e Vasto Marina per evitare i playout. Ma questa rosa non merita di basare la propria esistenza calcistica su calcoli matematici. Lo avete visto tutti, siamo forti, siamo vivi.

Antonio Di Berardino
Share: