venerdì 10 aprile 2015

Meno parole e più fatti


Sono ormai passati più di dieci giorni dalla sfortunata domenica di Città Sant’Angelo, un 2-0 bugiardo, un match giocato alla pari contro la quinta potenza dell’Eccellenza. Dal termine della partita fino ad oggi solo e soltanto considerazioni, analisi e opinioni su tutto quello che è successo. Non vogliamo ritornarci, non abbiamo la forza e la voglia per farlo.

Si scrive della prossima partita, finalmente. Si parla di tutto quello che il campo sancirà contro la Torrese, squadra forte e attrezzata, campionato di spessore a ridosso dei playoff. Out sicuramente Di Donato e Fidanza, due esclusioni importanti nello scacchiere di mister Naccarella che, tramite la sua esperienza, cercherà di trasmettere ai ragazzi quel qualcosa in più, il valore aggiunto necessario per vincere la battaglia. Due partite alla fine della stagione: 180 minuti, due finali da disputare al Galileo Speziale. Non abbiamo bisogno più di riflessioni o di scuse, servono fatti, risultati.

Ogni calciatore e dirigente di questa squadra dovrebbe guardarsi allo specchio e chiedersi quanto ha contribuito per un possibile raggiungimento dell’obiettivo salvezza. Non siamo più bambini, allontanati da responsabilità e incarichi. Siamo uomini, nessuno ci ha obbligato a seguire il calcio, ad andare dietro il Montesilvano Acqua&Sapone.

Guardiamo la maglietta, il logo, quei colori e diamo tutto quello che abbiamo: insieme, scaliamo la Torre(se)!


Antonio Di Berardino
Share: