lunedì 25 aprile 2016

Siate affamati, siate folli

Oggi abbiamo l’arduo compito di dover descrivere quello che è successo ieri, e non sarà facile.

Partiamo da quell’episodio che, ancora una volta, ha portato bene ai nostri colori. Dopo il pranzo al ristorante di Celano, il nostro pullman ha deciso di non ripartire (ricordate Capistrello?); la corsa contro il tempo sotto la pioggia e le alternative che si mescolavano nelle nostre teste – “quasi quasi chiediamo alle persone dentro il ristorante di portarci” – ci stavano distraendo dal pensiero principale: Celano – Acqua&Sapone. Con l’aiuto di Roberto Bassano (prezioso dentro e fuori dal campo) e del fratello di Marrone siamo riusciti ad arrivare al campo e chiamare rinforzi, cosicché il Celano ha messo a disposizione il suo pulmino per venire a prendere gli ultimi rimasti da “guerinuccio”.

Ma andiamo subito all’incontro: iniziamo bene, come da pronostico. Marrone firma il vantaggio con un siluro sotto il sette, Di Biase allunga su rigore procurato da Del Gallo. Ma la notizia che fa scalpore è il vantaggio del Francavilla a Sambuceto, così bello quanto inaspettato. A fine primo tempo i padroni di casa rientrano in partita con un bel gol di Del Vecchio. All’intervallo sugli spalti non si esulta, il biscotto per il pareggio tutto chietino potrebbe essere dietro l’angolo.

Nel secondo tempo grande Celano: siamo alle corde, i ragazzi in campo non sanno nemmeno che il Francavilla ha raddoppiato a Sambuceto ma continuano a difendersi con ordine. Il solito “porca troia” del portiere D’Amico non serve a molto, perché ci schiacciano pericolosamente nella nostra area. Poi…il delirio: arriva la notizia del 3-0 del Francavilla, io personalmente non riesco a capacitarmene. Avevamo sempre visto la salvezza come utopia e di punto in bianco era lì, che si avvicinava alle nostre mani. Dovevamo solo prenderla.

Fischio finale. Quello che si scatena è impensabile: pianti di gioia, urla, emozioni inimmaginabili.

Questa è una squadra di pazzi, e non lo dico solo in termini positivi: in questa stagione abbiamo perso partite e punti al 90’ (Martinsicuro due volte, Sambuceto, Capistrello le prime che mi vengono in mente), le nostre espulsioni e le scorrettezze verbali in campo hanno dato scalpore. Ma non ci siamo arresi. Sapete, abbiamo incassato tanti di quei pugni sul ring di eccellenza che eravamo storditi, quasi privi di conoscenza. Ma perché non abbiamo gettato la spugna dopo 1 punto in 10 partite?? Per lo stesso discorso fatto prima, perché siamo pazzi, stavolta in senso buono: abbiamo vinto 3 partite al 94’ (tra cui il derby), siamo stati scellerati nell'affrontare a viso aperto la seconda e la terza in classifica, vincendo senza subire gol in entrambi i casi.

No, è impossibile ripetere questa stagione. Ripenso alla prima partita col Martinsicuro e alle speranze di un campionato tranquillo. In realtà abbiamo perso tutti 10 anni di vita ma oggi, svegliandoci da vincitori e affacciandoci alla finestra, il panorama è libero da tanti gufi.

Sbaglieremo i cambi, ma non le partite. Grazie ragazzi.


Antonio Di Berardino

domenica 24 aprile 2016

Celano Marsica - Acqua&Sapone Montesilvano 1-2



Contro ogni possibile pronostico, l'Acqua&Sapone riesce nell'impresa di centrare la salvezza diretta (in attesa della certezza della permanenza dell'Avezzano in Serie D) vincendo per 1-2 sul campo del Celano. Le reti dei verdeoro portano le firme di Marrone e Di Biase, a nulla è valsa la rete dei marsicani messa a segno da Del Vecchio. In virtù della sconfitta del Sambuceto, i verdeoro possono festeggiare la permanenza nella categoria, mentre per il Celano si chiude così una stagione negativa con la seconda retrocessione in due stagioni.

IL TABELLINO:

CELANO MARSICA FC-ACQUA&SAPONE MONTESILVANO 1-2 (1-2)


CELANO MARSICA FC: Cocuzzi, Raschiatore, Simeoni, Carrato, Villa (17' st. Ciccarelli), Castellani, Simone (4' st. Baruffa), Fieramosca, Lenart (7' st. Curri), Mercogliano, Del Vecchio. A disposizione: Fanti, Giannini, Massaro, Di Pippo. Allenatore: Morgante.

ACQUA&SAPONE MONTESILVANO:
D'Amico, Colantoni, Di Biase, Agnellini, Piccioni, Di Donato, Pagliuca (30' st. Musto), Minutolo, Del Gallo, Marrone, Maiorani. A disposizione: D'Ottaviantonio, Palumbo, Planamente, Buonafortuna, Erasmi, Guardiani. Allenatore: Naccarella.

Arbitro: Pezzopane de L'Aquila.

Ammoniti: Cocuzzi, Del Vecchio, Simeoni (Celano), Colantoni (Acqua&Sapone).

Reti: 13' pt. Marrone, 26' pt. rig. Di Biase (Acqua&Sapone), 42' pt. Del Vecchio (Celano).

domenica 17 aprile 2016

Acqua&Sapone Montesilvano - ASD Montorio 3-2


Nella penultima giornata del campionato di Eccellenza, i verdeoro di mister Naccarella colgono un fondamentale successo contro il Montorio 88, imponendosi per 3-2. Dopo l'iniziale vantaggio ospite firmato Gizzi, i padroni di casa rimontano in virtù delle reti di Agnellini, Di Biase e Del Gallo. Non serve a nulla il gran gol di Barnabei al 37' della ripresa.

Il tabellino:

Acqua&Sapone Montesilvano – ASD Montorio 3-2 (2-1)

Reti: 17' pt. Gizzi, 37' st. Barnabei (Montorio), 30' pt. Agnellini, 47' pt. rig. Di Biase, 10' st. Del Gallo (Acqua&Sapone).

Acqua&Sapone Montesilvano: D'Amico, Colantoni, Di Biase, Agnellini (29' st. Planamente), Piccioni, Di Donato, Pagliuca, Minutolo (48' st. Buonafortuna), Del Gallo (34' st. Musto), Marrone, Maiorani. A disposizione: D'Ottaviantonio, Palumbo, Erasmi, Guardiani. Allenatore: Naccarella.

ASD Montorio: Di Giuseppe, D'Orazio, Pierleoni, Durante, Di Giulio, Testoni, Gizzi, Di Massimo (36' st. Di Gennaro), Ridolfi (29' st. Marano), Galvez Carmona, Fragrassi (10' st. Barnabei). A dispozione: Di Francesco, Napolitani, Di Stefano, Moscardelli. Allenatore: De Amicis.

Direttore di gara: Lipizer di Verona (De Filippis di Vasto – Pellicciotta di Lanciano).

Ammoniti: Del Gallo, Marrone, D'Amico, Piccioni (Acqua&Sapone), Gizzi (Montorio).

Espulsi: 46' pt. Pierleoni (Montorio).

Recupero: pt. 2', st. 5'.

domenica 10 aprile 2016

Renato Curi Angolana - Acqua&Sapone Montesilvano 1-2



Nel derby tutto pescarese della 32° giornata, l'Acqua&Sapone gioca una partita di grande cuore e vince in rimonta contro la Renato Curi Angolana. Dopo che nel primo tempo i padroni di casa erano passati in vantaggio grazie a Cipressi, nella ripresa i verdeoro prima pervengono al pari grazie all'autorete dello stesso Cipressi e poi portano a casa l'intera posta in palio grazie alla magistrale punizione di Di Biase al 95°, rimettendo in discussione tutte le gerarchie nella lotta salvezza.


Il tabellino:

Renato Curi Angolana - Acqua&Sapone Montesilvano 1-2 (1-0)

Reti: 10' pt. Cipressi (RC Angolana), 27' autogol Cipressi, 95' st. Di Biase (Acqua&Sapone).

Renato Curi Angolana: Agresta, Ricci, Balzano (31' st. Remigio), Di Camillo, Mottola, Cinquino, Lalli, Sichetti (28' st. Galasso), Petre, Cipressi, Farindolini. A disposizione: Palena, Cialini, Vedilei, Ruggieri, Malik Kane. Allenatore: Savini.

Acqua&Sapone Montesilvano: D'Amico, Colantoni, Piccioni, Agnellini, Erasmi (13' st. Erasmi), Di Donato, Musto (20' st. Del Gallo), Minutolo, Pagliuca, Marrone, Maiorani (43' st. Lamonarca). A disposizione: D'Ottaviantonio, Palumbo, Bocale, Guardiani. Allenatore: Naccarella.

Direttore di gara: D'Antuono di Pescara (Morgande e Di Salvatore di Avezzano).

Ammoniti: Petre, Cinquino, Di Camillo, Farindolini, Galasso (Angolana), Di Donato, Di Biase (Acqua&Sapone).

Recupero: pt. 1', st. 5'.

lunedì 4 aprile 2016

Jun. d'Eli: Vasto Calcio - Acqua&Sapone 0-1

Nella penultima giornata del campionato Juniores, la squadra di Naccarella porta a casa un successo pesante per la seconda posizione del girone. A decidere l'incontro il classe '99 Fabio Di Giacomo, al suo secondo gettone nella categoria e già decisivo. Nel prossimo e ultimo turno, l'Acqua&Sapone chiuderà questo gran bel campionato in casa contro la Spal Lanciano.

Vasto Calcio - Acqua&Sapone 0-1

Reti: Di Giacomo 22' st (A&S)

Acqua&Sapone: Giangualano, Di Vittorio, Pompei, Lamonarca, Cilli, Giannetta, Mazzarella, Di Donato, Papagna, Guardiani, D'Andrea.

Sostituzioni: Rossetti e Ricciardi al 10' st,  Di Giacomo al 15' st


domenica 3 aprile 2016

Acqua&Sapone Montesilvano - Val di Sangro 1-1



Nello scontro salvezza del “Galileo Speziale” di Montesilvano, Acqua&Sapone e Val Di Sangro pareggiano per 1-1. Dopo l'iniziale vantaggio ospite firmato Verna, i padroni di casa riequilibrano la situazione con un colpo di testa di Minutolo (arrivato a sei reti in stagione) ma non riescono a fare bottino pieno. Ora la testa va alla prossima giornata, quando gli uomini di mister Naccarella saranno impegnati nel derby contro la Renato Curi Angolana.

Il tabellino:

ACQUA&SAPONE MONTESILVANO - VAL DI SANGRO 1-1 (1-1)

ACQUA&SAPONE MONTESILVANO: D'Amico, Colantoni, Piccioni, Agnellini, Erasmi, Di Donato, Planamente (20' st. Di Giampaolo), Minutolo, Del Gallo, Pagliuca, Maiorani (39' st. Palumbo). A disposizione: Angelosante, Lamonarca, Di Donato L., Guardiani, Pompei. Allenatore: Naccarella.

VAL DI SANGRO: Trivilino, Spinelli, Tano, Tucci, Di Deo, Flocco, Pili, Verna (45' st. Grognale), Molino, Giannico (20' st. Ciliano), Diompy. A disposizione: Cericola, Direttore, Di Giulio, Vecchiotti, Porfilio. Allenatore: Giannico.

Arbitro: Jacopo Pascariello di Lecce (De Santis di Avezzano-Langella di Chieti).

Reti: 3' pt. Verna (Val Di Sangro); 37' pt. Minutolo (Acqua&Sapone).

Ammoniti:
Maiorani, Erasmi (Acqua&Sapone), Flocco. Molino, Diompy, Tucci, Spinelli, Giannico, Tano (Val Di Sangro).

Espulsi: 32' st. Spinelli (Val Di Sangro).

Recupero: pt. 1', st. 4'.

venerdì 1 aprile 2016

Quattro partite che decidono un campionato

Pasqua è arrivata nel momento peggiore: quando si vince, quando lo si fa nel nostro caso per la prima volta in trasferta, si dovrebbe avere poco tempo per pensarci, tornare a calcare il campo per una nuova sfida sarebbe la soluzione ideale. Invece le due settimane di stop forzato probabilmente non hanno smorzato l'umore, ma hanno dato modo di pensare un po' troppo al poco che in realtà abbiamo fatto fuori dallo Speziale.

Domenica torneremo a giocare dopo una mezza impresa (almeno nei numeri) ma non sarà come dopo Paterno. Non saremo molli, pieni e gonfi dei 3 punti conquistati a Miglianico. La sfida è decisiva, non solo per le sorti del campionato, ma per riscattarci dopo la debacle dell'andata. Ad Atessa forse ci fu la prestazione peggiore della stagione e non staremo qui a ricordare i dettagli, perché questi sono ancora impressi nella testa dei nostri giocatori, dirigenti e di chi vive il campo ogni domenica.

Pensiamo sempre da dove veniamo e troveremo le forze per la parte finale del campionato. Eravamo morti a novembre, finiti nella derisione e comicità di esperti della categoria che sanno e sentenziano per partito preso. Ma è anche vero che in questo momento ci siamo dentro, e per uscirne dobbiamo essere perfetti. C'è chi comunque andrà domenica non crederà in noi, chi spera nella fortuna, chi fa riti scaramantici praticamente da sempre. Poi, ci sono tutti quelli che fanno parte della nostra famiglia, che non sperano ma credono nella salvezza, nell'obiettivo prefissato tanto lontano quanto vicino.

Siamo a valle, ma è pazzesco vedere grinta e rabbia dei nostri giocatori che, seppur sudati e stanchi, hanno ancora la forza di guardare in cima alla salita e sorridere in segno di sfida.