giovedì 22 dicembre 2016

Un pareggio sotto l'albero: Acqua&Sapone Montesilvano - Miglianico 3-3

Un pareggio agrodolce per 3-3 al “Galileo Speziale”: in una gara ricca di colpi di scena i padroni di casa rimontano lo svantaggio e vengono rimontati nel finale contro un Miglianico cinico e bravo a rimanere sempre in partita. 

Vantaggio lampo dei canarini con Damiano che, dopo soli due giri di lancette, trafigge D’Amico. Cinque minuti dopo i montesilvanesi chiedono a gran voce un calcio di rigore per l'atterramento di Marrone in area ma, il direttore di gara, non concede la massima punizione (nelle immagini pare evidente il fallo sul numero 10 in casacca arancione). Superato lo shock iniziale, la truppa di mister Naccarella reagisce e pareggia con Pagliuca venti minuti dopo. I montesilvanesi potrebbero siglareNella ripresa Marrone, su punizione, fredda l’ex compagno di squadra Pompei siglando al 58’ il 2-1. Otto minuti dopo, però, ancora Damiano di testa pareggia per i suoi. Neanche il tempo di esultare che Petito cade in area e per Giampietro di Pescara ci sono gli estremi per il rigore: dal dischetto capitan Di Biase spiazza l’estremo ospite riportando avanti l’Acqua&Sapone. Il Miglianico non si arrende e, al 79’, pareggia con Polisena.

Acqua&Sapone Montesilvano – Miglianico 3-3 (1-1)

Reti: 2’, 66’ Damiano, 79’ Polisena (M); 24’ Pagliuca, 58’ Marrone, 70’ rig. Di Biase (A&S)

Acqua&Sapone Montesilvano:
D’Amico, Scoglia, Di Biase, Di Donato (87’ Taormina), Buonafortuna, Erasmi, Ciampoli (77’ Guardiani), Pagliuca, Petito, Marrone, Spinosa.
A disposizione: D’Ottaviantonio, Papagna, Agnellini, Guardiani, Maiorani, Bocale, Taormina.
Allenatore: G. Naccarella.

Miglianico: Pompei, Di Muzio, Colarossi, Battista, Grossi, Miccoli, Di Moia, Marfisi (73’ Palombaro), Damiano, De Moa, Damiano, De Leonardis (92’ Pompe), Polisena (82’ Di Vito).
A disposizione: Ferrara, Laanani, Di Giacomo, Pompeo, Cocco, Di Vito, Palombaro.
Allenatore: D’Ambrosio.

Ammoniti: Scoglia, Di Biase, Marrone (A&S); Battista, Di Muzio (M).

Arbitro: Stefano Giampietro di Pescara coadiuvato dai guardalinee Pierpaolo Carella de L'Aquila e Gerardo Boffa di Chieti.

Share: