giovedì 20 luglio 2017

L'addio al calcio "giocato" di Alessandro Del Gallo

Un addio al calcio giocato in grande stile. In un triangolare amichevole tra Acqua&Sapone, Miglianico e Penne Alessandro Del Gallo ha ufficialmente appeso ieri gli scarpini al chiodo per continuare in maniera definitiva la carriera di allenatore con il club montesilvanese (dopo aver conquistato una salvezza e due qualificazioni al girone Elite negli ultimi tre anni con la categoria Allievi Regionali). Al di là del risultato delle singole partite, ieri al “Galileo Speziale” ha trionfato l’amore per questo sport e l’amicizia che ha unito più di cento persone per salutare nel migliore dei modi uno degli attaccanti più prolifici e completi del calcio dilettantistico abruzzese. 

Per mister Del Gallo: “Sembrerà banale ma è stata una grandissima emozione. Rivedere tutti i miei vecchi compagni e amici è indescrivibile e, sarà qualunquistico, ma non posso che ringraziarli. Lasciare per me non è stato semplice ma è stata la cosa giusta. Prendere il testimone di mister Giuseppe Naccarella mi ha caricato di ulteriore responsabilità. Volevo, inoltre, ringraziare le tre società. Il Penne per aver creduto in me a soli 18 anni e con cui ho giocato 8 anni vincendo un campionato di Promozione e di Eccellenza. Il Miglianico, dove sono arrivato nel periodo della maturità e ho centrato una miracolosa salvezza in Serie D. Ed infine, ultima ma non ultima, l’Acqua&Sapone Montesilvano. Una vera e propria famiglia che vorrò portare in alto in questi anni”.
Share: